Brunello ha creduto nelle potenzialità del fotovoltaico prima di molti altri, e continua a farlo.

Cosa succede quando si è stati tra i primi a credere nell’energia sostenibile? Un impianto fotovoltaico va rinnovato, anche se sono state portate avanti tutte le manutenzioni necessarie. L’operazione si chiama revamping, e si tratta di un investimento che può aiutare a… ritrovare l’energia giusta.

Crederci per primi

Come azienda, abbiamo sempre portato avanti politiche di risparmio energetico finalizzata alla riduzione delle emissioni inquinanti. Abbiamo avviato un percorso per modificare i nostri impianti in modo da rispettare maggiormente l’ambiente. Dal 2010 è attivo nel dipartimento logistica il nostro primo impianto per la produzione di energia pulita per autoconsumo. Si tratta di una superficie di 12.000 mq di pannelli solari fotovoltaici che generano 1 milione kWh all’anno di energia elettrica.

Ma gli anni passano anche per i pannelli fotovoltaici e, a dieci anni dall’istallazione, era ora di fare un controllo, con un conseguente bilancio. Per fare questo, lci siamo affidati a Elmec Solar, “vicini di casa” nella zona industriale di Brunello. I risultati hanno lasciato pochi dubbi: l’analisi delle prestazioni ha evidenziato che nel 2020 l’impianto ha prodotto il 40% in meno di energia.

Nessun dubbio: era arrivato il momento del revamping, cioè di mettere in atto tutte le procedure finalizzate a modernizzare, modificare e migliorare l’impianto. 

In questo caso, abbiamo sostituito tutti i moduli fotovoltaici, che in questo modo sono in grado di produrre energia pulita per il nostro consumo e una diminuzione delle emissioni.